0 Commenti

Filtro 100% luce blu: esiste davvero?

I filtri luce blu eliminano tutta la luce blu?

Mi è capitato varie volte che clienti mi chiedessero: “ma i vostri occhiali hanno il filtro luce blu al 100%?”. E’ evidente che, se tanti clienti ce lo chiedono, ci sono nel web schede tecniche, nei siti e su Amazon, che riportano questi valori di filtro di luce blu. Alla 5’774° richiesta di chiarimenti, ho deciso di scrivere questo articolo per tutelare chi, come te, ha deciso di approfondire il tema e arrivare alle informazioni scientificamente corrette.

Premesse scientifiche: all’interno dello spettro del visibile, compreso tra 380 e 700 nm, gli strumenti di misura dividono lo spettro stesso in 3 grandi aree: luce blu, luce verde e luce rossa. I famosi canali di colore RGB (red-green-blue). Esiste addirittura uno standard, utilizzato anche dalla normativa ISO 12312-1:2013, che identifica come “trasmittanza della luce blu” o “Tsb” l’intervallo di lunghezze d’onda da 380 a 500 nm. Quindi chiunque misuri il filtro della luce blu, potrebbe tranquillamente fare riferimento a questo valore. Ma… Così non va!

L’equivoco dei produttori “100% anti luce blu” nasce proprio su questo dato, che nessuno utilizza perché riporterebbe valori di filtro molto più bassi di quelli pubblicizzati.

Gli occhiali 100% anti luce blu dovrebbero eliminare del tutto la parte blu dello spettro, cioè dal violetto dei 380 nm fino al turchese dei 500 nm. Utilizzando occhiali così, perderemmo totalmente la sensibilità verso quei colori. Se guardassimo una fotografia del mare e del cielo azzurro, la vedremmo in bianco e nero. L’immagine potrebbe essere questa:

occhiali 100% luce blu

L’utilizzo quotidiano sarebbe quindi assolutamente poco confortevole. Inoltre da un punto di vista protettivo, il taglio al 100% della luce blu per la maggior parte delle persone è negativo, perché una parte della luce blu ha risvolti positivi sui ritmi circadiani.

Come riconosco degli occhiali 100% filtro luce blu?

Se sei proprio determinato e pensi che gli occhiali con filtro 100% luce blu facciano al caso tuo, ho una buona notizia per te: è molto facile riconoscerli. Le lenti sarebbero completamente arancioni e avrebbero un aspetto molto simile a quello degli occhiali qui sotto:filtro 100% luce bluE’ evidente che non andresti mai in giro con occhiali fatti così (forse per Halloween, l’arancione è perfetto!), e tanto meno li utilizzeresti in ufficio. Sono occhiali consigliabili in caso di malattie della retina, per le quali si devono proteggere specificatamente i fotorecettori degli occhi.

Se non hai -fortunatamente- malattie di questo tipo, non ti serve una protezione 100% contro la luce blu, perché c’è una parte di luce blu, quella sopra ai 450nm, che è definita “buona” e non va filtrata.

Ma io ho letto “100% anti luce blu”!

OK OK OK, calma però! 😜 Se trovi on line aziende che ti vendono occhiali con filtro 100% luce blu ma non hanno lenti arancioni, sappi che:

  1. Mentono, perché non esiste una lente trasparente che filtri il 100% della luce blu
  2. Si riferiscono ad un intervallo di lunghezze d’onda diverso, creato da loro e usato solo da loro, probabilmente nel range tra 380-420 nm, che funziona perfettamente alla prova della “Penna laser blu”. Diciamo che si sono creati uno standard “ad hoc”

Nel video seguente puoi vedere due lenti con la stessa scheda tecnica: 40% di filtro della luce blu…

 

Ora che ti è chiaro perché non devi comprare un paio di occhiali arancioni, e nemmeno da azienda che mentono sapendo di mentire… Puoi andare serenamente nelle nostre pagine dedicate a chi ci vede bene o a chi già porta gli occhiali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Created with © 2019 WordPress Integration by Inveo