4 cose da sapere prima di acquistare occhiali che bloccano la luce blu

Quanto tempo dedichi a pensare al tuo consumo di luce? Se sei come la maggior parte delle persone, la risposta è: non abbastanza.

Il controllo dell’esposizione alla luce non è qualcosa di cui i nostri antenati preindustriali e pre-digitali dovevano preoccuparsi. Ma nel mondo perennemente illuminato di oggi, è importante per tutti noi regolare il modo in cui “consumiamo” la luce e i tempi di consumo della luce. La luce ha enormi effetti sul sonno e sulla salute, e troppa luce, soprattutto la sera, può compromettere seriamente il sonno. La luce blu, abbiamo appreso, è particolarmente dannosa per il sonno e la salute, quando ne siamo esposti a troppa e la nostra esposizione arriva negli orari sbagliati del giorno e della notte.

Da dove viene tutta questa luce blu? Gli schermi sono una fonte importante. Ma lo è anche l’illuminazione ambientale, comprese le luci ad alta efficienza energetica nelle nostre case e negli spazi pubblici, dalle cabine degli aerei ai cinema.

Limitare il tempo sullo schermo è un modo per ridurre e controllare l’esposizione alla luce. Ecco perché gli occhiali che bloccano la luce blu sono importanti. A differenza dei filtri che passano sui singoli schermi, gli occhiali che bloccano la luce ti accompagnano nell’arco della giornata, quindi sei sempre pront* a limitare l’esposizione alla luce blu quando necessario.

La luce blu è un disturbo unico per il sonno e i ritmi circadiani.

Cos’è la luce blu? È la lunghezza d’onda più corta della luce nello spettro della luce visibile. La luce solare contiene luce blu, insieme alle altre lunghezze d’onda della luce visibile. Sia l’illuminazione ad alta efficienza energetica che quella digitale contengono luce blu ad alte concentrazioni. Non è che qualsiasi esposizione alla luce blu sia dannosa. Ma a causa della nostra costante esposizione agli schermi digitali e agli ambienti notturni luminosi, la maggior parte di noi consuma troppa luce blu e lo fa nei momenti peggiori per dormire.

C’è un ampio e crescente corpus di ricerche che dimostrano l’impatto pericoloso della luce blu sul sonno e sui ritmi biologici sonno-veglia:

  • Gli studi dimostrano che la luce blu inibisce in modo aggressivo la produzione di melatonina, un ormone che è un regolatore centrale dei ritmi circadiani ed è anche essenziale per il sonno. La ricerca mostra che la luce blu sopprime la melatonina per più del doppio rispetto alle altre lunghezze d’onda della luce visibile e altera i ritmi circadiani del doppio.

Le buone notizie? Un ampio e crescente corpus di ricerche dimostra che gli occhiali che bloccano la luce blu possono essere altamente efficaci nel filtrare la luce blu e nel ripristinare un sonno sano e ritmi biologici. 

#2: Non oscurano la tua vista

Spesso ci viene chiesto se alterano la colorazione di ciò che vediamo. Gli occhiali di alta qualità realizzati con lenti ambrate bloccheranno efficacemente la luce blu senza alterare di molto la visione dei colori. Le lenti color ambra assorbono la luce blu e altra luce stimolante, consentendo il passaggio di altre lunghezze d’onda della luce meno allarmanti, così puoi ancora vedere chiaramente per le normali attività come lavorare al computer, leggere o guardare la televisione. 

#3: le app di blocco della luce non funzionano

Queste app integrate sono una buona idea in teoria. Ma le prove scientifiche mostrano che queste app probabilmente non sono efficaci nello svolgere il lavoro a cui sono destinate: bloccare una luce ad alta energia sufficiente per proteggere i ritmi biologici naturali del corpo e l’aumento notturno della melatonina che rende possibile il sonno .

Ad esempio, uno studio del 2018 ha rilevato che l’app Night Shift di Apple, che si trova sui suoi dispositivi iOS, inclusi iPhone e iPad, NON ha invertito la soppressione della melatonina che deriva dalla nostra esposizione serale a questi dispositivi.

#4: scegli occhiali con lenti ambrate 

Entriamo nel modo in cui selezionare un paio di occhiali che bloccano la luce blu. Ce ne sono molti sul mercato. Questo è un segno di quanto sia diventata critica l’esposizione alla luce blu per problemi di salute e sonno. Ma rende anche confusa la selezione del giusto paio di bloccanti della luce blu.

Primo: evita gli occhiali con lenti trasparenti. Assicurati invece che i tuoi occhiali che bloccano la luce blu abbiano lenti color ambra.

Come mai? Quando la luce passa attraverso un filtro colorato (in questo caso, la lente degli occhiali), il filtro consente il passaggio di lunghezze d’onda della luce proprie e di colori simili, assorbendo la luce di altri colori. Le lenti ambrate assorbono la luce blu a lunghezza d’onda corta altamente concentrata nelle sorgenti luminose artificiali e digitali, impedendo che venga assorbita dall’occhio. Allo stesso tempo, queste lenti colorate consentono il passaggio di lunghezze d’onda della luce rossa e arancione a lunghezza d’onda maggiore. Le lenti trasparenti non possono filtrare sufficientemente la luce blu, per evitare problemi con il sonno e alterazioni dei ritmi circadiani.

Gli studi dimostrano che le lenti ambrate sono efficaci nell’impedire alla luce blu di raggiungere l’occhio. 

Ecco un’altra cosa importante da sapere: affinché gli occhiali che bloccano la luce blu funzionino efficacemente per aiutare il tuo sonno, devono bloccare praticamente tutta la luce blu che arriva verso di te . Gli occhiali che bloccano la luce blu che affermano di bloccare il 50 o il 60 o anche l’80 percento della luce blu non vanno abbastanza lontano nel darti la protezione di cui hai bisogno per il tuo riposo notturno e la salute del ritmo circadiano.

Comments are closed.