Come studiare bene: 5 consigli

Tra meno di due settimane ricomincia la scuola, questi sono i giorni nei quali mi dovevo sbrigare a fare tutti i compiti estivi accumulati in 3 mesi, quindi ricordo con particolare fastidio questo periodo dell’anno.

Tralasciando il mio flusso di coscienza, oggi sono qui per darti qualche dritta su come studiare bene. Non che io sia un docente o uno studente plurilaureato ma non posso lamentarmi: sfido a trovare un altro ragazzo di 23 anni così grammar-nazi; oh e comunque mi sono diplomato al Liceo, con 62/100 ma mi sono diplomato… 😅

Non sappiamo se quest’anno scolastico inizierà totalmente in presenza o se una parte di studenti continuerà a svolgere la DAD (didattica a distanza), visti sopratutto i dibattiti di questi giorni (ti lascio un breve recap della vicenda https://www.orizzontescuola.it/riapertura-scuole-a-settembre-cosi-non-si-potra-tornare-al-100-in-presenza-dad-e-doppi-turni-i-timori-dei-dirigenti-scolastici-interviste/); in ogni caso i miei consigli su come studiare bene potranno esserti utili in entrambi i casi, anzi: alcuni consigli sono dedicati soprattutto alla didattica a distanza, in quanto si sta molto più a contatto coi monitor e smartphone: tutta roba che ci riguarda da vicino, pane quotidiano per Nowave. 😎🍞

  • Come ti ho già ripetuto più volte, è fondamentale effettuare pause regolari: vige sempre la regola del 20-20-20, la quale dice che ogni venti minuti bisogna staccare la vista dal monitor per focalizzarsi su un oggetto che stia ad almeno 20 metri per almeno 20 secondi.
  • Sarebbe bene studiare (specialmente in estate e primavera) utilizzando la luce naturale, ecco perché è consigliato studiare all’aperto.
  • Se proprio devi utilizzare una luce artificiale, assicurati che questa sia diffusa e non mirata.
  • Se proprio devi utilizzare una luce artificiale (diffusa o mirata che sia) di fronte ad un pc, assicurati di indossare occhiali per studiare con filtro anti luce blu, tipo quelli di Nowave. (che peraltro sono i migliori sul mercato a mani basse 😂)
  • Assicurati di sbattere le palpebre ogni 3-4 secondi; so che si tratta di un gesto naturale e spontaneo, di cui spesso nemmeno ci accorgiamo; sappi però, che è bene rinfrescare il tuo occhio: bevi tanto e sbatti le palpebre, e fidati del buon Alessio! 👁️😉

Hai detto occhiali per studiare?

Sì, hai capito bene.

Uno dei consigli su come studiare bene riguarda l’uso di occhiali da lettura con filtro anti luce blu, ossia un filtro che protegge la nostra vista dalla luce dannosa emessa dai monitor; ecco perché qualche riga fa ti consigliavo di indossarli specialmente in DAD.

Gli occhiali per studiare con questo particolare filtro riducono notevolmente problemi legati a mal di testa, stanchezza ed in alcuni casi insonnia.

Eh già, c’entra pure l’insonnia: se utilizzi il tuo dispositivo alla sera e con una forte illuminazione, il tuo cervello non invierà lo stimolo al nostro organismo di dover andare a dormire; ecco perché ti consiglio di indossare occhiali per studiare e regolare lo schermo del tuo device. Direttamente dalla serie “esplorando il corpo umano”, quante ne so… 😂🧠👁️

In questo modo i tuoi occhi ti ringrazieranno, ma continua a bere per mantenerli idratati. Questi occhiali da lettura ti semplificano la vita, ma di certo non fanno miracoli, ci devi mettere del tuo Nowaver! 😌

Rimedi naturali contro l’affaticamento visivo

Se sei povero come me e non puoi comprare gli occhiali ti do qualche altro suggerimento su come studiare bene e riposare la vista che puoi provare con alcuni oggetti che sicuramente hai in casa.

  • la classica fetta di cetriolo: taglia due rondelle dal cetriolo che hai in frigo (dai non hai un cetriolo? manco io, li odio) e mettile sugli occhi per 10 minuti circa. Ti daranno un effetto rinfrescante, il cetriolo ha un sacco di proprietà idratanti. 🥒
  • bustina di tè/camomilla/tisana: questa l’ho scoperta da poco ed ero molto scettico a riguardo, ma pare funzioni. Prepara una tazza di acqua calda e inserisci all’interno due bustine dell’infuso che preferisci; una volta pronta, rimuovi le bustine e mettile in frigo. Nel frattempo puoi berti il tè/tisana che hai scelto. Una volta che si sono raffreddate le bustine puoi applicarle sulle palpebre, avrai un effetto simile alle fette di cetriolo.
  • Cucchiaino freddo: leggenda metropolitana o rimedio utile? In realtà ha i suoi benefici: il metallo freddo aiuta i nostri capillari a decongestionarsi, “respirano” meglio in pratica.

Adesso quindi, sia che tu usi occhiali da lettura o meno, sai quali sono i consigli su come studiare bene, soddisfatto? Alla prossima Nowaverss. 🌊

occhia-stanchi-mal-di-testa-studio-stanchezza-insonnia

Comments are closed.